credito d’imposta edicole – anno 2022

SOGGETTI BENEFICIARI

  • esercenti attività commerciali che operano esclusivamente nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici;
  • imprese di distribuzione della stampa che riforniscono giornali quotidiani e/o periodici a rivendite situate nei comuni con una popolazione inferiore a 5.000 abitanti e nei comuni con un solo punto vendita.

SPESE AMMESSE

Il credito di imposta, massimo € 4.000, è parametrato agli importi pagati dal titolare del singolo punto vendita per i locali in cui si esercita la vendita, nell’anno precedente a quello della domanda di accesso al credito d’imposta, con riferimento alle seguenti voci:

  • imposta municipale unica (IMU)
  • tassa per i servizi indivisibili (TASI)
  • canone per l’occupazione di suolo pubblico (COSAP)
  • tassa sui rifiuti (TARI)
  • spese per locazione, al netto dell’iva
  • ervizi di fornitura di energia elettrica
  • servizi telefonici e di collegamento a Internet
  • servizi di consegna a domicilio delle copie di giornal
  • acquisto o noleggio di registratori di cassa o registratori telematici
  • acquisto o il noleggio di dispositivi POS

DOMANDA Dal 1 al 30 settembre per via telematica, attraverso l’apposita procedura disponibile nell’area riservata del portale impresainungiorno.gov.it

SCARICA PDF

Potrebbe Interessarti

Iscriviti alla
Newsletter

Rimani informato su tutte le novità
economiche fiscali, bandi e agevolazioni

SCOPRI

Contatti

SCARICA LA BROCHURE
CONTINUA A SCORRERE